Archive | gennaio, 2013

Dal problema al programma. Come programmare un problema

31 Gen

Per realizzare un algoritmo, ossia l’insieme di istruzioni che definiscono una sequenza di operazioni, si possono utilizzare sostanzialmente 3 strutture di controllo per realizzare un algoritmo :

• sequenza;
• selezione;
• iterazione o ciclo.

SEQUENZA

Si parla di struttura di sequenza quando le operazioni descritte vanno eseguite una dopo l’altra, secondo l’ordine con cui sono state definite.

Un esempio di sequenza può essere l’algoritmo per programmare una banale somma tra due numeri:

– acquisisci i numeri in input e inseriscili in due variabili, a e b

somma i due numeri e inseriscili in una variabile, somma

visualizza il risultato.

 

Questo banalissimo algoritmo si risolve in Vb.Net nel seguente modo

 

rg

 

 

SELEZIONE

La struttura di selezione permette di effettuare una scelta fra due possibili alternative valutando una condizione. Se la condizione è vera vengono eseguite le istruzioni presenti sul ramo corrispondente al vero, altrimenti vengono eseguite le condizioni presenti sul ramo del falso.

in Vb.Net la selezione è rappresentata dalla struttura if – then – else – end if

 

Un esempio di selezione consiste in una ricerca del massimo tra due numeri:

acquisisci i due numeri e inseriscili in due variabili, a e b

se a > b allora (caso vero)

                     visualizza a

                     altrimenti (caso falso) 

                      visualizza b

in Vb.Net avremo:

ghh

 

 

 

ITERAZIONE

Vengono introdotti concetti relativi alla possibilità di ripetere una serie di istruzioni per un numero finito di volte.

Esistono in Vb.Net diversi tipi di iterazione e possiamo dunque ricorrerne a diversi in base al problema da risolvere:

– ciclo For- Next, usato quando si conosce il numero di volte che si ripete l’azione.

esempio: sommare i primi 5 numeri

ff

 

Usiamo il ciclo For in quanto sapiamo il numero di volte che si ripete l’azione, 5.

 

– ciclo Do – Loop Until, usato quando non si conosce il numero di volte con cui si ripete l’azione. Usando il ciclo Do si presuppone che l’azione si deve eseguire almeno una volta.

esempio: calcolare media

media

 

Usiamo il ciclo Do in quanto presupponiamo che almeno un voto debba essere inserito per calcolare la media.

 

– ciclo While – End While, usato quando non si conosce il numero di volte con cui si ripete l’azione. Usando il ciclo While si presuppone che l’azione potrebbe anche non essere eseguita affatto.

 

esempio:  aggiungere numeri ad una listbox

 

ri

 

Usiamo il ciclo While in quanto potrebbe darsi che non vogliamo inserire numeri e quindi che l’azione non si ripeti affatto.

 

 

 

SumUp: arriva in Italia il servizio che trasforma in nostro iPhone in un terminale per carte di credito

31 Gen

 

SumUp è un nuovo servizio disponibile da pochi giorni anche in Italia, grazie al quale gli esercizi commerciali e i liberi professionisti potranno accettare pagamenti con carte di credito direttamente da iPhone o dal proprio iPad.

SumUp consente di accettare pagamenti con Carte di Credito o Debito: tutto quello che dovremo fare è installare l’app, registrarci e ordinare un lettore carte gratuito(almeno per ora) da applicare all’iPhone o all’iPad. Ricevuto il lettore, potremo accettare qualsiasi tipo di pagamento con il 2,75% di commissione.

In pratica i pagamenti con SumUp funzionano così:

  1.  Inserire l’ammontare da pagare o seleziona i prodotti dal menu personale
  2.  Selezionare il metodo di pagamento e usare il lettore carte per processare le Carte
  3.  Il Cliente deve poi firmare con il dito sullo schermo e completare il pagamento

Le caratteristiche principali del servizio, elencate dagli ideatori, sono:

  •  Gestione prodotta integrata: offre la possibilità di trasformare l’App in un sistema di cassa completo e affidabile
  •  Spedire le ricevute di pagamento: Potrai spedire attraverso email o SMS una ricevuta ai tuoi clienti.
  •  Diversi tassi IVA possibili: per esempio 21% IVA o seleziona un IVA ridotto di 10% o di 4%. Potrai inserire manualmente l’imposta desiderata
  •  Registro Vendite: Mostra tutte le transazioni effettuate con l’App (In aggiunta anche su sumup.com)
  •  Registro completo di tutte le transazioni: Puoi anche registrare pagamenti in contanti sull’App.
  •  Accettiamo le maggiori Carte di Credito: MasterCard e Visa (Le altre verranno prossimamente)

Per chi fosse interessato, il sito ufficiale del servizio è questo.

 

 

Fonte: http://apple.hdblog.it/2013/01/31/sumup-arriva-in-italia-il-servizio-che-trasforma-in-nostro-iphone-in-un-terminale-per-carte-di-credito/

Siri “Eyes Free” : Honda annuncia l’integrazione della tecnologia Apple nei prossimi modelli di auto

31 Gen

 

Honda ha di recente annunciato a mezzo comunicato stampa di voler portare il supporto del servizio Siri chiamato “Eyes Free”, su alcuni nuovi modelli di autovetture in uscita nei prossimi mesi . L’uso dei comandi vocali non rappresenta una novità ma pare che la tecnologia di Apple stia dando nuovo impulso al settore, aumentando le potenzialità del servizio vocale connesso alla guida e migliorando l’esperienza d’utilizzo.

I modelli tra cui l’Accord 2012 RDX, Acura RDX e ILX saranno i primi a supportare l’integrazione di  Siri “Eyes Free” . Non sarà, naturalmente una caratteristica standard, ma un add-on opzionale per chi utilizza un dispositivo iOS e sarà installato dal concessionario presso il punto vendita. Sempre attraverso il comunicato stampa, Honda fa sapere che la tecnologia risulterà compatibile solamente con devices aggiornati ad iOS 6 nonostante il servizio vocale risulti disponibile anche iOS 5.

“Eyes Free” segue un approccio di controllo funzioni  a mani libere portando l’esperienza ad un livello superiore, riducendo al minimo le distrazione e consentendo ai guidatori  di interagire con il loro dispositivo in maniera semplice e sicura.

Per tutti gli utenti che non siano particolarmente affezionati al marchio Honda, ci sono molti altri produttori che hanno annunciato l’adozione del servizio  Siri nei prossimi mesi. Questi marchi includono Audi, BMW, Chrysler, Jaguar, Land Rover, Mercedes-Benz, e Toyota.

 

Fonte: http://apple.hdblog.it/2013/01/31/siri-eyes-free-honda-annuncia-lintegrazione-della-tecnologia-apple-nei-prossimi-modelli-di-auto/

Guida| Come velocizzare Internet (parte 1)

31 Gen

Quante volte avrete pensato: come è lento internet!  quanto tempo per scaricare questo file!  ma quanto tempo per caricare la pagina!!!

Vedremo qualche trucchetto qui di seguito per eliminare eventuali problemi di configurazione che possono influire negativamente sulla tua connessione e come ottimizzare al massimo la tua connessione internet.

 

Premettiamo che usando dei server DNS rapidi rende più veloce la connessione internet rispetto ad altri che usano server DNS lenti; da ciò ne deriva che basta cambiare i server DNS e il problema è risolto!

A proposito di questo esiste un programma DNS Jumper che sceglie automaticamente i server DNS più veloci per cui accedere ai siti web.

 

Una volta scaricato e decompresso, avviate il file DnsJumper.exe.

Seleziona dal menù a tendina Select Network Card il nome della scheda di rete del tuo PC e quindi premi su Fastest DNS.

Ti compariranno dei server DNS nella nuova schermata, clicca su Apply DNS Servers e il gioco è fatto.

 

 

 

Evasi0n : il nuovo jailbreak untethered sarà presto disponibile. Sito per il download già online !

31 Gen

Il team di hacker noto come evad3rs (composto da pimskeks, planetbeing, pod2g e MuscleNerd) ha da poco aperto il sito ufficiale dove viene annunciato l’imminente arrivo delJailbreak untethered pubblico di iOS 6.0.x/6.1. Un ‘ attesa contrassegnata da rumor, smentite e notizie che hanno aumentato l’hype in questi ultimi mesi. Il tool pubblico è quindi in arrivo e il fine settimana potrebbe rivelarsi davvero intenso per la comunità di jailbreakers.

Il sito ufficiale da poco online mostra una barra di avanzamento lavori ferma al 60 %[Aggiornato] che aggiornerà la situazione, attualmente ferma allo sviluppo della  UI , indicando come prossimo step una fase di beta testing attesa probabilmente già nelle prossime ore.

Vengono poi fornite indicazioni sui requisiti di sistema richiesti che riportiamo di seguito.

  • 5 minuti del tuo tempo
  • Un PC dotato con Windows ( XP o superiore ), Mac OS X (10.5 o superiore ) o Linux (x86 /x86_64)
  • Un iPhone, iPad o iPod touch con iOS 6.0, 6.0.1, 6.0.2 o 6.1
  • Un cavo USB per collegare il dispositivo al PC

Siamo quindi agli sgoccioli e qualora le tempistiche vengano correttamente seguite,domenica prossima potrebbe essere la giornata del rilascio ufficiale pubblico del tanto atteso jailbreak compatibile anche con dispositivi post-A5 come iPhone 5 (eccezion fatta per l’Apple TV 3ª gen.).

 

Fonte: http://apple.hdblog.it/2013/01/31/evasi0n-il-nuovo-jailbreak-untethered-sara-presto-disponibile-sito-per-il-download-gia-online/

App del giorno: Hill Climb Racing

31 Gen

Uno dei giochi di guida più divertenti, creato per Android e basato sulle leggi della fisica! Ed è pure gratis!

Incontrerai Newton Bill, il giovane aspirante corridore che va in salita. Sta per imbarcarsi in un viaggio che lo porterà in un luogo mai visto prima. Seguendo le leggi della fisica, Newton Bill non si ferma finché non conquista la collina più alta, fin sulla luna!

Sfida i diversi ambienti delle quattro colline da risalire. Guadagna i bonus tramite trucchi audaci, colleziona le monete per poter aggiornare la macchina e raggiungere maggiori distanze. Fai attenzione però che Bill non si rompa il collo, non è più un babino! E il suo serbatoio si svuota facilmente.

Funzioni:
– Possibilità di aggiornare la macchina (motore, sospensioni, gomme e 4 ruote motrici)
– 5 fasi con diversi livelli (Countryside, Desert, Arctic e Moon!)
– Condividi con i tuoi amici il tuo punteggio!
– Grafica fantastica e simulazione delle leggi di fisica
– Disegnato per una buona visualizzazione sui dispositivi a bassa e ad alta risoluzione (compresi i tablet)
– Suono del turbo reale non appena aggiorni il motore!

  

 

 

DOWNLOAD

Guida| Come cambiare il seriale di Office

30 Gen

Semplice guida per cambiare il seriale di Microsoft Office.

A quanti di voi sicuramente sarà capitato che per diverse esigenze magari anche lavorative di voler cambiare il seriale di Office; oggi vedremo come è possibile farlo attraverso semplici comandi.

 

Se non volete farlo manualmente potete scaricare il programma che vi aiuterà : Office Key Remover.

Oppure, se vi piace intervenire nel registro di configurazione ed avventurarvi in complicatissime operazioni, questi sono i passaggi da eseguire:

  • Avviate REGEDIT.EXE da START- ESEGUI.
  • Premete OK.

Vi apparirà la schermata di Editor del Registro del sistema.

OFFICE 2003

Se possedete questa versione di Office recatevi nel seguente percorso:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\11.0\Registration\ {********-****-****-****-************}  

Al posto deglidovrebbe esserci un codice alfanumerico di 32 caratteri.

 

OFFICE 2007 e superiori

Se possedete questa versione di Office recatevi nel seguente percorso:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\12.0\Registration\ {********-****-****-****-************}

Al posto degli dovrebbero esserci un codice alfanumerico di 32 caratteri.

 

Prima di procedere al cambio seriale, salvate la vecchia chiave di registro. Posizionatevi nella finestra a sinistra, sopra la serie di 32 caratteri, premete il tasto destro del mouse e selezionate ESPORTA.

Office1.jpg

 

Salvate il file .reg attribuendogli un nome qualsiasi, in modo da poter ripristinare il vecchio numero seriale in caso di problemi.

Nella finestra a destra, rinominate la chiave PRODUCTID: posizionatevi sopra di essa con il mouse e premere il tasto destro, selezionando Rinomina. Quindi cancellate la chiave DIGITALPRODUCTID.

Un altro Product ID da rinominare lo trovate in questa chiave di registro,

HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Installer\UserData\S-1-5-18\Products\*****

HKLM si deve leggere come HKEY_LOCAL_MACHINE

Al posto degli asterischi trovate una lunga serie casuale di numeri e lettere.

Essendo i numeri e lettere sempre diversi, dovete aprire le varie cartelle e cercare quella che si riferisce alla vostra copia di Office, nel DISPLAYNAMEtrovate la versione di Office installata, nei REGCOMPANY e REGOWNER trovate i dati con cui vi siete registrati al momento dell’installazione.

A questo punto riavviate il computer e dopo lanciate una qualsiasi applicazione di Microsoft Office.

Vi verrà richiesto di inserire un nuovo seriale per la registrazione.

App del giorno: Zen Pinball HD

30 Gen

Dai creatori di Zen Pinball, Marvel Pinball e Pinball FX2, arriva Zen Pinball HD, il miglior gioco di flipper per dispositivi mobili! Grazie a modelli 3D interattivi, la più avanzata fisica della pallina, molte funzioni social e la modalità hot seat per più giocatori, Zen Pinball THD porta avanti la lunga tradizione stabilita da Zen Studios, il leader indiscusso nei videogiochi di flipper.

Disponibile per la prima volta su qualsiasi dispositivo mobile, Zen Pinball HD sfrutta la potenza della GPU GeForce® e la CPU dual-core di Tegra per produrre un’esperienza di gioco iper-realistica e graficamente dettagliata. Questo gioco detta nuovi standard di fisica della pallina e di dettagli grafici nei videogiochi di flipper, grazie all’utilizzo di visuali all’avanguardia, schemi avvincenti, fisica realistica della pallina e del flipper, uniti a funzioni innovative inedite nei giochi di flipper.

 

 

 

 

DOWNLOAD

Airmobs: con Android e la condivisione del tethering si guadagna! (video)

29 Gen

 

L’utilizzo del tethering su Android è una possibilità che gli utenti apprezzano moltissimo e praticamente presente da sempre grazie ad applicazione e al supporto nativo introdotto alcune distribuzioni prima di Jelly Bean. La condivisione della connessione con altri apparecchi Wi-Fi è utilizzata per vari scopi ma al MIT (Massachusetts Institute of Technology) hanno pensato bene di sfruttare questa funzionalità per ricavare guadagni! Non parliamo di soldi, ma di crediti da utilizzare quando non abbiamo la connessione sfruttando quella degli altri.

In pratica installando l”applicazione Airmobs e condividendo la mia connessione, guadagno un certo numero di crediti che mi serviranno per sfruttare la connessione di altri qualora ne avessi necessità. Comodissimo all’estero per esempio o in caso di assenza segnale del nostro operatore, l’idea di Airmobs è decisamente affascinante ma forse utopistica.

Pensare che gli utenti condividano la propria rete non è facile visti i problemi che potrebbero presentarsi. Per prima cosa i piani dati sono quasi sempre limitati e nonostante vi siano le impostazioni per controllare banda e limitare il traffico, la condivizione del tethering potrebbe non convincere. Inoltra a livello di sicurezza qualche dubbio potrebbe sorgere per non parlare del consumo batteria.

In un sistema dove tanti utenti sfruttassero questa idea, tutto potrebbe funzionare, ma se oggi è difficile trovare Wi-Fi liberi in tutti i luoghi delle città, potrebbe essere ancora più improbabile trovare un passante che condivida la sua rete, sperando che vada poi nella nostra stessa direzione! Per questo e altri motivi l’applicazione non è ancora stata pubblicata nel Play Store e Airmobs rimane un progetto reale ma forse troppo limite per essere diffuso. Gli stessi operatori infatti potrebbero non essere favorevolmente colpiti dalla diffusione di questo “sistema di navigazione internet”.

 

Fonte: http://android.hdblog.it/2013/01/29/airmobs-con-android-e-la-condivisione-del-tethering-si-guadagna-video/

Introduzione programmazione ad eventi

29 Gen

La programmazione con Vb.Net è definita programmazione ad eventi in quanto il programma funziona al verificarsi di determinati eventi stabiliti in fase di scrittura del codice.

Ogni oggetto in Vb.Net ha dei propri eventi, abbiamo visto ad esempio quello Load del Form che esegue la porzione di istruzioni inseriti nell’evento “Form_Load” (cliccando 2 volte sull’oggetto del form).

Esistono 3 categorie di eventi controllabili dal sistema:

  1. eventi del mouse
  2. eventi del sistema
  3. eventi della tastiera

 

Gli eventi del mouse si dividono in altre 3 sottocategorie:

  1. eventi dovuti al trascinamento del mouse
  2. eventi dovuti al click del mouse
  3. eventi generati al movimento del mouse

 

Gli eventi del sistema si dividono a loro volta in 4 sottocategorie:

  1. Eventi generati dal caricamento degli oggetti
  2.  Eventi generati dalle modifiche dell’utente (cambiate le proprietà degli oggetti)
  3.  Eventi legati al fuoco (testo selezionato,  etc.)
  4.  Eventi generati dai movimenti delle finestre (ridimensionamento finestra, etc.)

 

E’ possibile gestire gli eventi inserendo del codice da far eseguire al programma  al verificarsi dell’evento in cui è inserito il codice.

 

In Vb.Net per selezionare l’evento di un oggetto si fa doppio click sull’oggetto in considerazione e una volta apertasi la Private Sub legata all’evento dell’oggetto cambiare l’evento digitando quello desiderato dopo la clausula “Handles   <nome oggetto>”.

Ad esempio per cambiare l’evento del click del mouse in un button,  in movimento del mouse, faremo nel seguente modo

c